Pordenone, lì mercoledi 22 novembre 2017 - 02:54
scrivimi

ti trovi qui: Home PageBobbioPensiero


Filosofo, giurista e politologo, professore per lunghi anni all'università di Torino, Norberto Bobbio è una delle più illustri figure della cultura del Novecento italiano. Il suo pensiero etico-politico è caratterizzato fin dai suoi esordi da una profonda fede, insieme teorica e pratica, nel principio della responsabilità civile della riflessione intellettuale. Su questo fondamento Bobbio ha elaborato durante gli anni della guerra le sue proposte teoriche in polemica contro i vari orientamenti della filosofia novecentesca, dall'idealismo all'esistenzialismo.

Per Bobbio, infatti, la crisi contemporanea non può essere compresa nè attraverso una " decadente " meditazione sull'esistenza individuale, come egli sostiene nell'opera La filosofia del decadentismo (1944), nè attraverso una nuova escatologia storica, ma solo ritornando alla lezione del razionalismo metodologico illuministico . Ecco allora che la riflessione di Bobbio, prendendo le distanze dal pensiero idealistico, quale sapere "accademico", "retorico" e non concretamente riformatore, criticando gli aspetti irrazionalistici dell'esistenzialismo e quelli utopistici del marxismo, si è andata sempre più orientando verso la filosofia analitica anglosassone, che egli applica allo studio del linguaggio giuridico (proposizioni prescrittive).

La raccolta di scritti su Politica e cultura , pubblicata negli anni '50, preciserà la sua posizione su questo importante tema. I filosofi e gli intellettuali in genere, scrive Bobbio, debbono " seminare dubbi, non già raccogliere certezze " : in Politica e cultura Bobbio scrive che " il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dei dubbi, non già di raccogliere certezze. Di certezze- rivestite della fastosità del mito o edificate con la pietra dura del dogma- sono piene, rigurgitanti, le cronache della pseudo-cultura degli improvvisatori, dei dilettanti, dei propagandisti interessati. Cultura significa misura, ponderatezza, circospezione: valutare tutti gli argomenti prima di pronunciarsi, controllare tutte le testimonianze prima di decidere, e non pronunciarsi e non decidere mai a guisa di oracolo dal quale dipenda, in modo irrevocabile, una scelta perentoria e definitiva.    { leggi tutto }